I suoni e il Gong: effetti benefici.

  • l'ascolto consapevole dei suoni conduce ad uno stato di leggerezza mentale ed assenza di pensiero portando a un profondo rilassamento meditativo
  • vengono stimolate le onde alfa ma anche theta e delta, a livello cerebrale, a metà tra il sonno e la veglia. In questa fase dal nostro inconscio possono riemergere vissuti, sciogliersi tensioni, emozioni cristallizzate e lasciare spazio a possibili intuizioni e illuminazioni dai nostri livelli più profondi
  • ogni singola cellula del corpo viene massaggiata dalla vibrazione che il suono manifesta, riarmonizzandosi con le altre; in questo processo si possono avvertire vecchi dolori fisici che riemergono per poi venire disciolti, oppure sentire varie parti del corpo risuonare e vibrare piacevolmente similmente ad un vero e proprio massaggio fisico
  • si possono contattare emozioni superiori, stati di gioia intensa, pienezza, pace intima, piacevole estasi
Il suono sapientemente va a lavorare dove c’è bisogno in modo diverso su ognuno, seguendo le leggi auree della risonanza, e più impariamo a lasciarci andare più entriamo in contatto con ciò che è pronto per noi, così che possiamo imparare ad accoglierlo e integrarlo in un processo naturale di autoriequilibrio. L’effetto benefico del bagno di suoni continua anche nei giorni a seguire. La possibilità di praticarli con cadenza regolare porta effetti sempre più tangibili e durevoli nel tempo.

L'importanza del Suono

La percezione del suono è il primo contatto sensoriale che una piccola vita nascente, ancora nella pancia della mamma, ha con il mondo esterno e sembra sia anche l'ultimo a svanire.
Questo ci dice quanto il suono sia profondamente connesso con i nostri vissuti esperienziali più intimi e profondi.

I suoni con cui solitamente siamo a contatto hanno effetti stressanti: li chiamiamo rumori e sono tipici della vita frenetica di molte realtà in cui viviamo.
Ecco perchè è benefico concedersi un tempo e uno spazio per immergersi in suoni riarmonizzanti, ristabilendo così i nostri equilibri naturali.

Chi ha già provato gli effetti benefici delle ciotole tibetane e del canto armonico, potrà scoprire nel suono del gong un potere di trasformazione unico nel suo genere. Il suo ‘canto’ richiama il suono di una grande 'OM', che nelle antiche tradizioni orientali è considerato il suono primordiale della creazione.

Probabilmente alcune sonorità del gong ricordano quei primi suoni che abbiamo sentito nella pancia della mamma. Non a caso il Gong, strumento principe nella creazione di suoni evocativi, uno dei più antichi mai creati dall'uomo, era usato dagli sciamani già migliaia di anni fa. La caratteristica del suo suono, ricco di armonici, e il suo potere vibrante hanno un effetto rigenerante, riequilibrante, trasmutativo; le vibrazioni che emana agiscono sul corpo fisico in ogni sua cellula, ma anche sui nostri 'corpi' più sottili: emotivo, mentale e spirituale.


Luca Loreti – Gong Mastery Trainer - Operatotre Olistico 

Professionista disciplinato ai sensi della Legge n. 4/2013

...